Formula 1, lo hanno annunciato poco fa: non c’è stato nulla da fare

Dopo tante voci, è arrivata la decisione della Formula 1 che riguarda una candidatura forte avanzata mesi fa. E scoppieranno le polemiche.

La Formula 1 è in piena preparazione del Mondiale 2024. Stanno per iniziare le presentazioni dei team e delle loro nuove monoposto, ma intanto i vertici pensano costantemente al futuro. Da una parte ci sono i regolamenti per il 2026, anno in cui ci sarà l’ennesimo cambio nella progettazione delle vetture e si è capito che sarà una lunga trattativa. Dall’altra però con queste nuove regole ecco che avanzano le candidature per nuove squadre. Ad oggi l’unica ammessa è l’Audi, già al lavoro per creare un team di lavoro che la renda fin da subito competitiva. Ma non è l’unica.

Formula 1, lo hanno annunciato poco fa: non c'è stato nulla da fare
F1 (ANSA) – biorace.it

Da tempo ormai infatti è stata presentata la richiesta da parte di Mario Andretti di entrare nel Circus con un proprio team. L’italo-americano lo farebbe grazie al supporto del figlio Michael, che sarebbe a capo del progetto, e di Cadillac, colosso statunitense che avrebbe grosso interesse a inserirsi nel Mondiale di Formula 1. La richiesta era di entrare già dal 2025, ma ecco arrivare nelle scorse ore l’ufficialità: Liberty Media ha respinto la domanda d’ingresso e quindi non ci sarà nessun ulteriore team (tranne Audi) fino al 2028.

Una data, quella del 2028, non scelta a caso. Sì perché è proprio in quell’anno che Cadillac (o per meglio dire General Motors che detiene il marchio) fornirebbe i motori al team Andretti, che in questo primo periodo avrebbe corso con Renault.

Formula 1, un no tra le polemiche

In realtà però questo no dato ad Andretti non piace a qualcuno. La maggior parte dei team era sì contraria al nuovo ingresso, in particolare Mercedes, con Toto Wolff che a più riprese aveva parlato di nuovi team forti e non solo per fare numero. Ma il diniego sembra più essere una sorta di ripicca di Liberty Media ai danni della FIA, visto che da mesi è in corso una vera lotta intestina tra le due organizzazioni.

Sono devastato“,  ha commentato Mario Andretti. E ha pienamente ragione per esserlo. Anche perché in realtà la spiegazione ufficiale non convince lui ma anche tanti altri. Secondo l’organizzazione del Mondiale, oggi una scuderia in più sarebbe difficile da gestire dal punto di vista logistico, con lavori da effettuare soprattutto nei paddock dei vari circuiti. Ma il motivo principale è un altro.

La Formula 1 ha respinto un team
Il mitico Mario Andretti (ANSA) – biorace.it

Infatti un nuovo ingresso in Formula 1 ridurrebbe le entrate da spartire tra i vari team. Nel comunicato sembra trapelare una sorta di apertura ad un nuovo ingresso nel 2028, anche se non è chiaro il perché, visto che i problemi si riproporrebbero anche più avanti.

Ma a quanto pare tutto ruota intorno al denaro. Infatti l’apporto ad Andretti di General Motors darebbe maggiori garanzie di tenuta della squadra americana e poi sarebbe un nome grosso da poter spendere anche in termini di marketing.  Ad oggi però le parole di Liberty Media sono chiare: “Andretti non ha dimostrato di poter aggiungere valore al campionato“. Ma ci si chiede: è possibile trattare così una leggenda del motorsport?

Impostazioni privacy