Toyota saluta benzina ed elettrico, il nuovo carburante segna l’inizio di un’epoca: cambia tutto

Il famoso produttore di automobili giapponese, Toyota, ha recentemente presentato un carburante innovativo. Ecco come si presenta.

Il cambiamento climatico sta senza dubbio influenzando le scelte di milioni di persone in tutto il mondo, in particolar modo nel settore della mobilità. L’obiettivo principale dei paesi più industrializzati è quindi quello di diminuire i pericolosi gas serra, che quotidianamente vengono rilasciati nell’atmosfera terrestre. I responsabili dell’inquinamento dell’aria sono soprattutto le fabbriche e i vari mezzi di trasporto dotati di motore endotermico.

Toyota saluta benzina ed elettrico, il nuovo carburante segna l'inizio di un'epoca: cambia tutto
Toyota – Biorace.it

L’Unione Europea ha infatti deciso di fermare la produzione di auto a benzina e a diesel dal 2035. E non solo: per evitare che i veicoli termici acquistati prima di questa data continuino a circolare fino al 2050, i produttori di auto stanno infatti sviluppando dei carburanti che siano più sostenibili rispetto a quelli tradizionali.

La Toyota crea un carburante rivoluzionario

La casa automobilistica giapponese Toyota ha recentemente presentato il suo nuovo gioiello: la Toyota Mirai. Quest’ultima è una berlina rivoluzionaria, poiché possiede un motore elettrico a fuel cell alimentato ad idrogeno. Si tratta quindi di un veicolo a zero emissioni che potrebbe cambiare addirittura la mobilità del futuro.

Tuttavia, questa meravigliosa vettura presenta qualche aspetto negativo, come ad esempio il costo del carburante e la scarsa presenza di distributori per il rifornimento. Per effettuare 100 chilometri si spenderebbero infatti circa 15 euro, mentre i distributori adibiti al rifornimento di idrogeno si trovano soprattutto nel Trentino Alto Adige, in particolar modo a Bolzano.

la toyota che rivoluziona la mobilità
Celle idrogeno sulla Toyota Mirai (foto YouTube) – biorace.it

Bisogna inoltre ricordare che la maggior parte delle case automobilistiche sta puntando sui veicoli elettrici, ed è per questo che in Europa non è facile rifornire i veicoli ad idrogeno.

I paesi mondiali che hanno infatti deciso di indirizzarsi su questo innovativo carburante sono sostanzialmente due: il Giappone e la Corea del Sud. Tuttavia, l’Eni vorrebbe realizzare entro qualche anno alcune stazioni di servizio per il rifornimento di idrogeno a San Donato Milanese e a Venezia. Per quanto riguarda la nuova Toyota Mirai, questa è caratterizzata da una tecnologia in grado di sfruttare al massimo il potenziale delle celle a combustibile.

Ciò che sorprende maggiormente è il fatto che le sue emissioni consistano solamente nel rilascio di poche gocce d’acqua. Quali sono allora le sue caratteristiche tecniche più importanti? Innanzitutto, si tratta di un veicolo che consuma addirittura 0,79 kg di H2 (diidrogeno) ogni 100 chilometri. E’ inoltre in grado di trasportare più carburante rispetto alle altre automobili ad idrogeno, e questo gli garantisce un 30% di autonomia in più. Per la precisione, la Toyota Mirai può percorrere circa 650 chilometri con un pieno.

Impostazioni privacy