Come va la principale rivale di Tesla? La vogliono tutti, successo annunciato

La Tesla vive un momento delicato, e le sue rivali lo possono sfruttare. Ecco l’ultima arrivata che fa già paura.

Sul mercato delle auto elettriche c’è grande competizione, con la Tesla che viene vista come un punto di riferimento, anche se gli ultimi dati non la favoriscono troppo. Se la Model Y è l’auto più venduta in assoluto al mondo con 1,23 milioni di immatricolazioni nel 2023, la compagnia di Elon Musk è stata superata dalla BYD per vendite di auto ad emissioni zero, una sconfitta che brucia, soprattutto perché arriva contro un marchio cinese.

Auto sfida alla Tesla
Auto novità clamorosa – Biorace.it

I modelli del paese del Dragone stanno letteralmente invadendo l’Europa ed il resto del mondo, grazie all’ottimo rapporto tra qualità e prezzo e la tecnologia e le caratteristiche che vanno ad offrire ai clienti. Nelle prossime righe, andremo a vedere come è fatto il nuovo SUV di casa BYD, che è pronto per sbarcare in Europa, e che ha tutte le carte in regola per sbaragliare la concorrenza.

BYD, la nuova Seal U fa tremare la Tesla

Arriva in Europa un nuovo SUV elettrico direttamente dalla Cina, che vuole spodestare la Tesla e le altre principali concorrenti. Stiamo parlando della BYD Seal U, della quale i primi esemplari verranno consegnati il prossimo mese. Si tratta di un modello lungo 4,78 metri, largo 1,89 ed alto 1,89, per un modello di grandezza medio-grande che si fa notare per i cerchi in lega da 19 pollici con razze nere, che aggiungono tanto al look.

BYD Seal U che gioiello
BYD Seal U in mostra (BYD) – Biorace.it

Tra i suoi punti di forza segnaliamo l’abitacolo pratico e comodo, favorito dal lungo passo, che è pari a 2,76 metri. Si guarda all’ambiente nei sedili ed in altri rivestimenti, realizzati con pelli vegane, con i sedili anteriori che sono regolabili elettronicamente e disponibili di serie. La capacità di carico del serbatoio è di 552 litri, che diventano ben 1.440 se si abbatte il divanetto posteriore.

Così come tutte le altre BYD vendute in Europa, anche la Seal U è disponibile con la BYD Blade Battery, che è stata sviluppata dal marchio stesso. L’obiettivo è quello di migliorare sia sul fronte della sicurezza che di durata e prestazioni, in modo da garantire anche performance più elevate e distanze più lunghe da poter percorrere tra una carica e l’altra.

Al momento, la batteria è proposta in due tagli differenti. C’è quella da 71,8 kWh, che garantisce un’autonomia massima di 420 km, mentre quella più capiente è da 87 kWh, che permette di percorrere ben 500 km senza dover caricare. La trazione, per entrambe le versioni, è anteriore, con una potenza massima di 217 cavalli e 330 Nm di coppia massima, anche se la velocità massima non è eccezionale, e si ferma a 170 km/h.

I punti forti principali delle auto cinesi, soprattutto quelle ad emissioni zero, sono i prezzi bassi, ed anche in questo caso, le promesse vengono mantenute. La nuova BYD Seal U parte da 42.000 euro, che di sicuro sarà un’ottima sfidante per la Tesla Model Y. Il confronto partirà molto presto, con un costo d’acquisto che le permette di far parte anche delle auto acquistabili con gli incentivi che entreranno in vigore a marzo.

Impostazioni privacy