I successi del team italiano continuano, fans felicissimi: “Ferrari è la vera regina”

La Ferrari si è presa un’altra vittoria storica, imponendosi alla 24 ore di Daytona. Arriva il commento del grande boss.

Il 2024 della Ferrari è iniziato nel migliore dei modi, dal momento che il mese di gennaio ha messo in mostra il grande potenziale di una delle ultime creature del Cavallino. La 296 GT3 ha vinto la 24 ore di Daytona in classe GTD PRO, grazie al team Risi Competizione. La Rossa #62, guidata dai nostri Davide Rigon ed Alessandro Pier Guidi, assieme ai velocissimi Daniel Serra e James Calado, ha dominato la scena, battendo una concorrenza di tantissimi altri marchi.

Ferrari regina dell'endurance
Ferrari che trionfo – Biorace.it

Anche in classe GTD le cose sono andate alla grande, dal momento che le auto di Maranello hanno chiuso al secondo ed al terzo posto, alle spalle della Mercedes, con il grande rammarico per la 296 GT3 del Cetilar Racing, che a lungo aveva condotto le operazioni. Tuttavia, per il marchio italiano si è trattato del terzo successo in una 24 ore in meno di un anno, il secondo per la 296, che proprio a Daytona fece il proprio esordio 12 mesi fa.

La corsa di debutto fu molto difficile per la nuova Ferrari, eccessivamente penalizzata anche da un BoP tutt’altro che equilibrata. Pochi mesi dopo, è arrivato lo storico successo al Nurburgring con il team Frikadelli Racing, in una corsa che da oltre vent’anni veniva vinta solamente da case tedesche. In seguito è toccato alla 499P Hypercar fare l’impresa alla 24 ore di Le Mans, vincendo la classifica assoluta ed avendo ragione della favoritissima Toyota. Adesso che il tris è stato calato, tra le grandi classiche manca solamente la 24 ore di Spa-Francorchamps, che la 296 GT3 correrà per la seconda volta nel corso della prossima estate.

Ferrari, Antonello Coletta esalta il successo

Il team Risi Competizione ha gestito al meglio una gara sempre molto insidiosa come la 24 ore di Daytona, con la Ferrari 296 GT3 che è stata velocissima ed affidabile, ed anche i piloti si sono comportati in maniera egregia, senza mai commettere errori. Tutti i meriti del caso sono stati pienamente riconosciuti da Antonello Coletta, responsabile del programma Competizioni GT, che da anni ormai colleziona imprese sulle piste di tutto il mondo, e non ha alcuna intenzione di fermarsi.

Ferrari 296 GT3 altra impresa
Ferrari 296 GT3 in azione a Daytona (Ferrari Races) – Biorace.it

Ecco le sue parole: “La vittoria che abbiamo ottenuto alla 24 ore di Daytona, un anno dopo rispetto al difficile debutto che abbiamo avuto proprio su questa pista, è un risultato eccezionale, che ripaga del grande impegno messo dai nostri tecnici, ma anche delle squadre e dei piloti che hanno duramente lavorato per portare la 296 GT3 al livello mostrato in questa occasione, ma che già lo scorso anno si era intravisto“.

Coletta non ha nascosto la propria soddisfazione: “Abbiiamo vinto un’altra 24 ore, la terza in un anno dopo Nurburgring e Le Mans, la Ferrari è la regina dell’endurance. La 499P a Le Mans e la 296 GT3 al Ring e qui a Daytona hanno confermato questa tendenza, siamo orgogliosi di quanto fatto. Vincere qui è stato un riconoscimento importante, anche per Giuseppe Risi che da tantissimi anni mette tutta la sua passione nel mondo delle corse“.

Impostazioni privacy