Porsche non si pone il limiti: il nuovo modello è una bomba, il prezzo non è inaccessibile

La Porsche è pronta per lanciare sul mercato un nuovo bolide, che fa già tremare la concorrenza. Ecco tutti i dettagli.

Sono giorni carichi di novità e nuove uscite in casa Porsche, marchio che lo scorso 24 di gennaio ha tolto i veli al nuovo SUV Macan. Il mostro della strada tedesco verrà venduto solamente in versione full electric in Europa, mentre c’è la possibilità che all’estero venga commercializzato anche con i motori termici.

Porsche nuovo bolide
Porsche che novità – Biorace.it

La casa di Weissach ha fatto la sua scelta e sta man mano elettrificando tutti i suoi modelli, anche se i vertici non vogliono eliminare del tutto i motori a combustione. Dopo la Macan, per i fan di casa Porsche è tempo di pensare anche ad un nuovo bolide ad emissioni zero, che sta proseguendo il suo sviluppo e che presto verrà portato al debutto. Ecco cosa c’è da sapere sul restyling della Taycan che si appresta a fare la propria apparsa.

Porsche, scopriamo come sarà la nuova Taycan

La Porsche sta per immettere sul mercato la versione 2024 della Taycan, che non sarà una vera e propria seconda generazione, ma si tratterà di un restyling. I test sarebbero già iniziati da qualche tempo, con i muletti che hanno già completato ben 3,5 milioni di chilometri di test, una distanza che di solito è necessaria per svezzare ed imparare i segreti ed i difetti di modelli che vengono prodotti dal nulla.

Porsche Taycan si rinnova
Porsche Taycan in mostra (ANSA) – Biorace.it

Secondo quanto emerso, il restyling farà il proprio esordio nella primavera prossima, per cui c’è ancora poco tempo da attendere. A disposizione della clientela ci sono ben tre versioni disponibili, vale a dire la Sedan, Cross Turismo e Sport Turismo. Per il momento, invece, non è in programma la Turbo GT, vale a dire quella versione speciale che ha messo a referto un devastante tempo sul tracciato del Nurburgring Nordschleife, battendo la Tesla Model S per ben 18 secondi, ed avvicinandosi alla Rimac Nevera, che pareva inarrivabile.

La Porsche ha iniziato e proseguito il proprio lavoro, e quindi i suoi collaudi, spingendo parecchio sulla ricerca di maggiori prestazioni, ma anche alla ricerca di un design sempre più estremo. Il powertrain e l’aerodinamica sono stati riprogettati rispetto al modello del 2019, quello del debutto assoluto, la prima vettura della casa di Weissach del tutto ad emissioni zero. In base a quanto filtra, tuttavia, non ci saranno rivoluzioni complete per quanto riguarda il design, anche dando un’occhiata a quelle che sono le immagini dei muletti che sono stati usati per i test.

I gruppi ottici ed i fari, infatti, sono quasi uguali a quelli del modello attualmente sul mercato, ma le novità principali le troveremo sull’aerodinamica e sulla gestione dei flussi d’aria. Le case, anche sui modelli stradali, sono ormai del tutto concentrate sulla ricerca di una downforce ottimale, che porti ad ottimizzare la dinamica di guida. Ciò risulta essere ancor più importante sulle vetture elettriche, che hanno pesi ben maggiori rispetto alle termiche a causa delle batterie, ed il cui comportamento va dunque ottimizzato.

Impostazioni privacy