Ti hanno investito? Non sempre hai ragione, il Codice della Strada parla chiaro

Se pensi che essere investito ti assolva da qualsiasi responsabilità nell’incidente, attento. Ci sono dei casi in cui la legge non ti tutela come credevi! 

Visto e considerato come guidano certe persone, con la faccia fissa sullo schermo dello Smartphone anziché rivolta sulla strada e senza guardare minimamente i loro dintorni, essere investito, per quanto sia un’esperienza che non si augura al proprio peggior nemico, è un’eventualità concreta anche quando si attraversa sulle strisce. Questo è un rischio che nessun pedone o ciclista può davvero escludere al cento per cento.

Ti hanno investito? Non sempre hai ragione, il Codice della Strada parla chiaro
Vieni investito? La colpa è tua! (Canva) – Biorace.it

Per fortuna, semmai doveste davvero finire sotto una macchina, la legge si schiererà subito dalla vostra parte, permettendovi di rivalervi su chi vi ha provocato danni fisici e di natura psicologica guidando come un pazzo, non è vero? In parte, purtroppo, perchè ci sono dei casi in cui il pedone può diventare il vero responsabile di un incidente simile.

Come esistono molti automobilisti incoscienti, ci sono anche persone che attraversano la strada senza curarsi minimamente delle circostanze, magari anche fuori dagli appositi attraversamenti pedonali. Proprio per tutelare anche il guidatore da un caso come questo la legge ha emesso in passato sentenze molto dure che sanciscono una verità assurda: il pedone può essere investito…ed avere torto.

Attraversi e ti investono? La colpa è tua

Basandosi sull’articolo 2054 del Codice Civile, alcuni tribunali come quello di Trieste hanno rilasciato sentenze che costituiscono un precedente importantissimo nella co-responsabilità di alcuni pedoni scriteriati nel loro incidente con un’automobile. E’ il caso della sentenza 380 del 7 giugno 2019 emessa da un giudice triestino che ha dato ad una donna l’80% della responsabilità quando è stata investita: essa aveva infatti attraversato guardando il cellulare, anziché la strada.

Incidente chi paga
Non sempre è colpa di chi guida (Canva) – Biorace.it

Un’altra importante decisione – riporta Il Sole 24 Ore – risulta la sentenza 2547 dell’11 giugno 2019 emessa a Milano che ha condannato due pedoni a risarcire un automobilista pur essendo stati investiti: avrebbero attraversato la strada in quel di Ferrara di notte, ubriachi ed in condizioni di visibilità praticamente nulla, impedendo al guidatore di vederli arrivare.

Se avete investito qualcuno in condizioni simili ed avete un buon avvocato, è probabile che non pagherete un centesimo: “Il conducente di un veicolo deve risarcire il danno prodotto, a persone o a cose, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare l’evento”, si legge nel Codice Civile in merito alla quesitone. Insomma, se avete rispettato la legge e qualcuno vi si è letteralmente “lanciato” sull’auto non potete farci nulla, senso di colpa a parte. E non dovete pagare.

Impostazioni privacy