La FIAT Panda cambia nome? Arriva la novità che sconvolge gli italiani

L’arrivo della nuova Panda sta mandando in fibrillazione tutti gli appassionati della casa torinese. Ecco come potrebbe chiamarsi la nuova utilitaria.

La FIAT si rinnoverà anche con la sua entry level nel 2024. La gamma si è già arricchita di tante proposte allettanti e alla spina. E’ arrivata la Topolino a zero emissioni, la nuova 600 e la e-Doblò. La più attesa è la regina del mercato nostrano che, nella sua quarta gen, si rinnoverà in varie declinazione, sullo stampo della 500, con motori termici, ibridi e full electric.

Il nome della nuova Panda
FIAT Panda novità (Ansa) biorace.it

La nuova Panda sarà un’auto che andrà a ridefinire, completamente, gli scenari del brand della famiglia degli Agnelli. La FIAT è entrata nell’universo Stellantis con il lancio di nuovi modelli per rispondere all’esigenza crescente di elettrico. Insieme alla 500 e alla sorella Lancia Ypsilon continua ad essere in cima alle classifiche di vendite. La 500 alla spina si è rivelata essere una delle elettriche migliori prodotte sino ad oggi.

Almeno alle latitudini italiane è schizzata al vertice delle EV più vendute negli ultimi anni. Ora toccherà alla Panda replicare, magari a cifre più alla portata della fascia media, il trionfo commerciale. La prima serie della Panda fu un trionfo di vendite. La seconda generazione venne realizzata dal 2003 al 2012. Erede della prima serie uscita nel 1980, rispetto alla progenitrice, aveva una carrozzeria a 5 porte. L’attuale serie in commercio è ancora amatissima dal pubblico. Arriverà anche una versione a ruote alte?

Il nome della nuova Panda

Tutti gli automobilisti del Belpaese, almeno una volta, hanno guidato una FIAT Panda. Si tratta di una city car cult per i neopatentati ma anche per tutti coloro che desiderano un’auto agile nel traffico delle giungle urbane.

Con il tempo è migliorata anche la dotazione. Ad oggi, salvo offerte o incentivi, una Panda parte da 14.550 euro. Una cifra non bassa, ma i miglioramenti tecnici, dei materiali e della sicurezza hanno reso possibile un vertiginoso aumento di prezzo.

E’ cresciuta, serie dopo serie, sul piano dell’allestimento, diventando un’auto desiderata anche per il piacere di guida in città. L’ultima gen, nata nel 2012, è stata prodotta nel centro stile FIAT sotto la guida di Roberto Giolito. Ha uno design inconfondibile che anno dopo anno ha conservato, accrescendo anche i sistemi di sicurezza a bordo. Il nuovo modello arriverà il prossimo 11 luglio 2024, giorno dell’anniversario dei 125 della casa degli Agnelli.

Se avrà un prezzo alla portata della fascia media, la quarta gen rappresenterà una svolta assoluta nella transizione green. La nuova utilitaria di casa FIAT potrebbe essere modellata sulla piattaforma CMP della PSA, la stessa della Peugeot 208. Si pone l’obiettivo di avere un impatto come quello che ebbe la prima gen nel 1980. La vettura che vinse il premio di Auto dell’anno segnò un’epoca.

Ora vorrebbe ripetere in salsa elettrica il successo della prima serie. La concorrenza oggi è spietata con le vetture cinesi in prima linea. Per tenere i prezzi più bassi si era parlato di una fabbricazione in Serbia.

Le polemiche sono già divampate in sede statale. La FIAT potrebbe risparmiare su alcuni elementi, senza puntare ad un abitacolo super hi-tech, ma badando più alla sostanza. Sulla pagina Walter Vayr, come vedrete in alto, è emerso che il nome potrebbe essere “Pandina” per la versione 2024. Mancano pochi mesi e scopriremo la verità.

Impostazioni privacy