Wolff vuota il sacco su Hamilton: l’ammissione che mostra il disagio Mercedes

Toto Wolff ha esplicitato il suo pensiero sull’addio anticipato di Lewis Hamilton. Ecco cosa ha rivelato il team principal della Mercedes.

Lo scossone è stato di quelli forti per la squadra con sede a Brackley. Lewis Hamilton ha scelto di lasciare la Mercedes con un anno di anticipo, mettendo Wolff in una posizione scomodissima. L’ex driver della Williams, George Russell, non sembra ancora pronto a farsi carico della squadra. E’, indubbiamente, un talento ma ancora piuttosto acerbo ad alti livelli.

Wolff vuota il sacco su Hamilton
Toto Wolff dice la sua su Hamilton (Ansa) biorace.it

Il fenomeno di Stevenage, nonostante i limiti della wing car W14, ha trascinato la Mercedes al secondo posto della graduatoria costruttori a suon di podi e prestazioni regolari. Russell, invece, ha collezionato appena due P3 nel 2023. La dipartita di Lewis lascerà un vuoto incolmabile. Persino se dovesse arrivare un mastino come Fernando Alonso non potranno essere cancellati gli anni divini del britannico.

Lewis, dopo i fasti con il team McLaren, aveva sposato il progetto Mercedes nel 2013, sotto consiglio di Niki Lauda. Non se ne è mai pentito. Ha conquistato 6 riconoscimenti iridati, di cui 4 di fila, diventando una vera leggenda del Motorsport. Ha deciso di affrontare una entusiasmante terza fase di carriera, provando a conquistare Mondiali con 3 squadre diverse. Se dovesse riuscire a vincere l’ottavo titolo al volante della Rossa, superando il numero di Michael Schumacher, lascerà un segno anche in Italia. Il figlio d’arte del Matador è stato gelato.

Le alternative agli spagnoli Alonso e Sainz, sono Esteban Ocon, in forza all’Alpine, e il giovane Kimi Antonelli, protagonista nel 2023 con il team Prema in Formula 2. In ogni caso nessuno può vantare il palmarese del numero 44. La Mercedes ha presentato la W15, l’ultima monoposto che guiderà Lewis Hamilton. Sarà complesso fermare lo strapotere tecnico della Red Bull Racing. Nei primi test in Bahrain, dal 21 al 23 febbraio, si avrà la prima fondamentale raccolta dati.

L’ammissione di Wolff su Hamilton

Non è un periodo semplice per il manager austriaco. Abituato sempre a vincere, senza troppi patemi, negli ultimi 2 anni ha assistito al solo successo di George Russell in Brasile. L’austriaco ha ammesso che era al corrente della situazione Hamilton. Non sarebbe potuta durare, inevitabilmente, a vita. Un giorno sarebbe terminata, ma c’era la convinzione che Lewis avrebbe corso sino al termine del 2025, rispettando il contratto firmato nel 2023.

L’ammissione di Wolff su Hamilton
Hamilton nel 2023 vs Verstappen (Ansa) biorace.it

In un’intervista riportata dai canali ufficiali della Mercedes Toto Wolff ha ammesso che l’addio di Lewis è stata una sorpresa. Non solo per la decisione, ma per le tempistiche in cui è avvenuto. Avrebbe potuto prendere altre vie. Leclerc e Norris, invece, hanno annunciato il loro prolungamento contrattuale pochi giorni prima l’annuncio di Lewis Hamilton in Ferrari.

Toto Wolff ha aggiunto: “Quest’anno non è cambiato nulla per noi, il nostro obiettivo rimane lo stesso. Abbiamo due piloti eccellenti. Con George abbiamo un driver rapido, talentuoso e intelligente al volante, e ha una solida base per il futuro. Con Lewis abbiamo un pluricampione del mondo motivato e vogliamo che il suo ultimo anno con noi sia quello di maggior successo. Entrambi sanno cosa devono fare, e questo è davvero positivo per noi“.

È anche una chance entusiasmante per gli anni a venire. Abbiamo la possibilità di definire la direzione futura e la stabilità della nostra formazione di piloti verso la prossima era della F1. Questo sarà fondamentale per il continuo cammino della squadra verso i primi posti, e ci prenderemo tutto il tempo necessario per farlo al meglio“, ha chiosato Toto Wolff. Nelle prossime settimane verrà annunciato il driver che prenderà il posto di Hamilton dal 2025.

Impostazioni privacy